Come finisce All is Lost tutto è perduto, finale spiegazione del film con Robert Redford

Come finisce All is lost tutto è perduto

Come finisce All is lost tutto è perduto, trama e finale del film

All Is Lost Tutto è perduto è un film drammatico del 2013 scritto e diretto da J.C. Chandor. Il film ha come unico interprete Robert Redford ed è quasi interamente privo di dialoghi verbali. La trama segue la storia di un anonimo marinaio, interpretato da Robert Redford, disperso nell’Oceano Indiano. Come finisce All is lost tutto è perduto. A seguire, la trama, il finale e la spiegazione del film.

All is Lost tutto è perduto trama completa

Il film inizia con il marinaio che si rivela dicendo: “Mi dispiace. So che adesso questo significa ben poco, ma mi dispiace. Ci ho provato. Sarete tutti d’accordo che ci ho provato. A essere vero, a essere forte, a essere gentile, ad amare, a essere giusto. Ma non lo sono stato. Tutto è perduto”. Otto giorni prima, appena alzatosi la mattina, l’uomo vede che la sua imbarcazione a vela, la Virginia Jean, ha imbarcato acqua ed è parzialmente affondata. Andato in coperta, vede che la barca ha urtato contro un container alla deriva e ha una falla nello scafo.

Come finisce All is Lost tutto è perduto ?

Prende un’ancora galleggiante e la lega al container, staccando così la barca dallo stesso, cerca di tappare la falla nello scafo, poi con un coltello taglia un pezzo di legno da inserire nella pompa di sentina, che ha perso la leva di comando. Dopo aver risistemato la barca, scopre che i sistemi di navigazione e di comunicazione sono stati danneggiati dall’impatto. Il marinaio usa la radio e vi versa dell’acqua dolce per togliere il sale marino. In seguito, usando una delle batterie di servizio dello yacht, fornisce l’alimentazione alla radio e tenta di farla funzionare. Ma ecco come finisce All is lost tutto è perduto ? A seguire, lo spoiler e la spiegazione finale del film.

All is Lost finale spiegazione del film: l’uomo muore ?

In un primo momento non ci riesce ma, quando poi ritorna in cabina per leggere un libro sulla navigazione astronomica, la radio improvvisamente inizia a funzionare. Il protagonista trasmette un SOS, ma la batteria della radio si esaurisce e l’apparecchio diventa di nuovo inutilizzabile. Dopo aver lottato per la sopravvivenza in mare aperto, il protagonista si trova in una situazione disperata. Avendo terminato i fumogeni, usa il giornale di bordo e le carte per accendere un fuoco che segnali la sua posizione, ma finisce col far divampare un incendio, che distrugge il canotto. L’uomo finisce in acqua e, una volta persa la speranza di sopravvivere, smette di nuotare e si lascia lentamente affondare.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA