Come finisce Cuori in Atlantide, finale spiegazione del film con Anthony Hopkins

Come finisce Cuori in Atlantide

Come finisce Cuori in Atlantide, trama e finale

Cuori in Atlantide è un film del 2001 diretto da Scott Hicks, basato sul racconto “Uomini bassi in soprabito giallo” di Stephen King, incluso nella raccolta omonima. La storia segue il fotografo di successo Bobby Garfield che torna nella sua città natale per un funerale e si ritrova sommerso dai ricordi dell’estate dei suoi undici anni. Come finisce Cuori in Atlantide. Nel cast troviamo Anthony Hopkins e David Morse. La trama, il finale e la spiegazione del film.

Cuori in Atlantide trama completa

Bobby Garfield torna nella sua città natale in occasione di un funerale e incontra Ted Brautigan, un anziano misterioso con poteri psichici, interpretato da Anthony Hopkins. Ted diventa una figura paterna per Bobby, interpretato da Anton Yelchin, e lo aiuta a navigare le difficoltà della vita, tra cui una madre vedova e egoista. La trama si dipana tra amicizie d’infanzia, il primo amore e la scoperta di segreti oscuri, culminando con l’arresto ingiusto di Ted a causa di false accuse.

Come finisce Cuori in Atlantide film con Anthony Hopkins

Il finale del film “Cuori in Atlantide” è ricco di emozioni e significati profondi. Dopo una serie di eventi che vedono il giovane Bobby Garfield e il suo amico Ted Brautigan affrontare varie sfide, il film si conclude con la partenza di Ted. Prima di essere portato via, Ted comunica a Bobby che non dimenticherà mai il tempo trascorso insieme. Bobby inizialmente incolpa la madre per il rapimento dell’amico, ma in seguito accetta la cosa, facendola coincidere con la fine della sua infanzia. Come finisce Cuori in Atlantide ? A seguire, la spiegazione finale del film.

Cuori in Atlantide finale spiegazione del film

Tornando al presente, Bobby lascia la sua vecchia casa dove incontra una giovane ragazza di nome Molly. I due iniziano una conversazione in cui Molly rivela di essere la figlia di Carol e che Carol è morta negli ultimi anni. Bobby dà a Molly una fotografia di una giovane Carol e i due diventano amici. Liz trova un nuovo lavoro a Boston e trasferisce lì la famiglia. Prima che se ne vada, Bobby e Carol si salutano e si scambiano un ultimo bacio. Il film è dedicato alla memoria del suo direttore della fotografia, Piotr Sobociński , morto di infarto pochi mesi prima della sua uscita.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA