Davos 1917 storia vera: chi era Johanna Gabathuler nella realtà

Davos 1917 storia vera serie tv

Davos 1917 storia vera e significato della serie tv

Davos 1917 è una storia vera ? Dall’anno di ambientazione tutto sembrerebbe riportarci a quegli anni. Ma perché si chiama così ? La serie tv si si incentra su Johanna Gabathuler, un’infermiera che tornerà nella stazione climatica di Davos, dopo essere rimasta incinta durante una missione. L’infermiera verrà aiutata dalla contessa Ilse von Hausner, nonché una spia tedesca. Da qui nascerà una promessa, quella di avere il bambino e di fuggire con un’altra identità. Scopriamo da cosa è trato Davos 1917 e chi è Johanna Gabathuler nella realtà.

Davos 1917 storia vera: le infermiere svizzere nella Prima Guerra Mondiale

Durante la Prima Guerra Mondiale, il ruolo delle infermiere fu fondamentale per assistere i feriti e gestire le emergenze sanitarie. In particolare, le infermiere svizzere, come parte del movimento internazionale della Croce Rossa, furono coinvolte attivamente nel prestare soccorso e conforto ai militari feriti e reduci dalla guerra di trincea. La guerra rappresentò una cesura storica anche per il mondo sanitario, mettendo alla prova lo sviluppo della professione infermieristica. Le condizioni estreme del conflitto, con l’uso di nuove armi e la trasformazione delle trincee in focolai epidemici, richiesero un impegno senza precedenti da parte del personale sanitario.

Davos 1917 storia vera di Johanna Gabathuler

Davos 1917 è tratto da una storia vera. I fatti ci riportano alle infermiere svizzere che nel corso della Prima Guerra Mondiale lavorarono al fronte in Francia. Johanna Gabathuler divenne una spia e si ritrovò nella Svizzera neutrale. Davos 1917 è un film tratto da fatti realmente accaduti, ma il profilo di Johanna Gabathuler non corrisponde a un personaggio reale, ma si ispira a più persone di quell’epoca storica. La storia, dunque, è realmente ispirata alle infermiere che prestarono servizio in Francia durante la Prima guerra mondiale. Così come l’eroina della serie, che una volta rientrata a casa, in Svizzera, si trova coinvolta suo malgrado in missioni di spionaggio, più per amore, che per scelte ideologiche.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA