Come finisce Big Eyes, finale spiegazione del film e storia vera di Margaret Keane

Come finisce Big Eyes

Come finisce Big Eyes, la storia vera di Margaret Keane

“Big Eyes” è un film 2014 diretto da Tim Burton. Il film racconta la storia vera di Margaret Keane, una pittrice famosa negli anni ’50 e ’60, e di suo marito Walter Keane, che per anni si è fregiato del merito delle opere di sua moglie, rivoluzionando l’arte americana con i suoi ritratti caratterizzati da grandi occhi. Amy Adams ha vinto il Golden Globe per la migliore attrice in un film commedia o musicale e ha ricevuto una nomination ai BAFTA come migliore attrice protagonista. Come finisce Big Eyes ? A seguire, la trama, il finale e la spiegazione del film.

Big Eyes trama completa

La trama di Big Eyes segue Margaret Ulbrich che, nel 1958, lascia il marito e si trasferisce a San Francisco con la figlia Jane. Qui, Margaret incontra Walter Keane e, nonostante il suo talento come pittrice, le difficoltà economiche la spingono a sposarlo. Walter inizia a vendere i quadri di Margaret come se fossero suoi, ottenendo grande successo e fama.

Come finisce Big Eyes film con Amy Adams

Il finale del film “Big Eyes” è un momento cruciale che risolve la tensione narrativa costruita durante tutto il film. Margaret Keane affronta il marito Walter in un processo per dimostrare che lei è la vera artista dietro i famosi dipinti con gli occhi grandi. Nel corso del processo, Margaret viene sfidata a dipingere dal vivo in aula per dimostrare la sua abilità. Walter, d’altra parte, non riesce a replicare lo stile distintivo di Margaret. Ma ecco come finisce Big Eyes. A seguire, lo spoiler finale del film.

Big Eyes finale spiegazione del film

Alla fine, Margaret vince la causa e viene riconosciuta come la legittima creatrice delle opere. Walter continua a negare le affermazioni della ex-moglie fino alla sua morte nel 2000. Il film si conclude con Margaret che finalmente riceve il riconoscimento che merita, liberandosi dell’ombra ingombrante di Walter e affermando la sua indipendenza come artista. Questo finale è un potente messaggio sull’importanza dell’integrità artistica e della lotta per la giustizia.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA