Peter Van Wood moglie e figli, causa morte: chi era l’olandese napoletano amico di Renato Carosone

Peter Van Wood moglie e figli

Peter Van Wood chi era l’olandese napoletano amico di Renato Carosone

Peter Van Wood è un chitarrista, cantautore e astrologo olandese naturalizzato italiano. La sua carriera musicale è stata ricca di successi e avventure interessanti, ma viene ricordata in particolare la sua amicizia con Renato Carosone. Nel 1949, Peter Van Wood si stabilì in Italia e venne contattato da Renato Carosone per formare un trio di grandissimo successo. Ma che fine ha fatto Peter Van Wood. Aveva una moglie e dei figli ?

Peter Van Wood età e biografia

Peter Van Wood, pseudonimo di Pieter van Houten, è nato il 19 settembre 1927 all’Aia, nei Paesi Bassi. Peter Van Wood cominciò a suonare la chitarra a quattordici anni e studiò al conservatorio. Fu uno dei primi chitarristi in Europa a utilizzare effetti come eco e riverbero sulla chitarra elettrica. Si esibì in tutto il mondo, suonando anche all’Olympia di Parigi e alla Carnegie Hall di New York. Con Renato Carosone e Gegè Di Giacomo, incise vari dischi di successo per la Pathé. Contribuì al successo di brani senza tempo come “Maruzzella”, “Torero” e “Tu vuò fa l’americano”. Nel 1954, Peter Van Wood decise di intraprendere la carriera solista e formò un suo quartetto. Registrò molti dischi di successo e si esibì nei night club più esclusivi.

Peter Van Wood moglie e figli

Non si conosce il nome della moglie di Peter Van Wood, ma tuti sanno che aveva una figlia di nome Benedetta Van Wood, che seguì le sue orme nell’astrologia e prese il suo posto nella stesura dell’oroscopo del settimanale “Intimità”.

Peter Van Wood causa morte e malattia: che fine ha fatto ?

Dagli anni ’60, si dedicò seriamente all’astrologia, curando rubriche di oroscopi per giornali e riviste. Nel 1982, incise la sigla del programma televisivo “La Domenica Sportiva”. Negli anni ’90, Fabio Fazio lo riscoprì nel programma “Quelli che il calcio”. Peter Van Wood è morto il 10 marzo 2010 dopo una lunga malattia.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA