Come finisce Carosello Carosone, finale spiegazione del film: perché Renato Carosone si è ritirato

Come finisce Carosello Carosone

Come finisce Carosello Carosone il film Rai di Renato Carosone

Il film “Carosello Carosone” del 2021 è un omaggio al centenario dalla nascita del celebre musicista ed è diretto dal regista Lucio Pellegrini. Il protagonista è interpretato dal giovane Eduardo Scarpetta, già noto per il ruolo di Pasquale Peluso nella serie tv di successo “L’amica geniale”. La colonna sonora del film, curata da Stefano Bollani, ha vinto il Nastro d’Argento 2021. In sintesi, “Carosello Carosone” riprende con estrema attenzione ai dettagli la vita di Renato Carosone, uno dei più importanti cantautori e musicisti del secondo dopoguerra, grande interprete della musica napoletana. Ecco come finisce Carosello Carosone. Il finale e la spiegazione della fiction di Rai 1.

Carosello Carosone trama completa

Napoli, 1937, Renato Carosone si diploma al conservatorio. Nei vent’anni successivi il giovane pianista vive una rocambolesca e colorata ascesa ai vertici delle classifiche internazionali attraversando la Napoli degli anni Trenta, le colonie africane degli anni Quaranta e la Dolce Vita degli anni Cinquanta. Geniale, rivoluzionario e antidivo, l’uomo si ritira dalle scene non ancora quarantenne, al vertice del suo successo, dopo aver creato uno stile musicale innovativo, fatto di suggestioni africane, swing americano e profonde radici napoletane che, a cento anni dalla nascita, fa ancora ballare il mondo.

Come finisce Carosello Carosone film Rai del 2021

Nel finale di Carosello Carosone, Renato e il sestetto raggiungono la massima popolarità. Dopo aver ottenuto un grande successo in Europa, il gruppo ha intrapreso un tour internazionale, toccando anche il palcoscenico di Carnegie Hall di New York. Il 7 settembre 1959 Renato annuncia in televisione il suo ritiro dalle scene e passa il testimone a Gegè Di Giacomo per dedicarsi alla famiglia. Tornò a suonare nel 1975 e continuò fino alla sua morte nel 2001. Ad oggi nessun cantante italiano è riuscito a raggiungere la vetta delle classifiche americane per tre volte. Gegè Di Giacomo continua ad eseguire le canzoni di Renato in tutta Italia. Dopo una carriera da solista di successo, Peter Van Wood si è dedicato all’astrologia ed è diventato un amato personaggio televisivo

Carosello Carosone finale spiegazione: perché Renato Carosone si è ritirato ?

Renato Carosone si è ritirato il 7 settembre 1960, annunciando pubblicamente la sua decisione attraverso la trasmissione televisiva “Serata di gala”, presentata da Emma Danieli. Questo evento, carico di teatralità, suscitò clamore e innumerevoli speculazioni. Mentre alcuni settimanali scandalistici titolavano che “Carosone si ritira perché ha fatto un voto alla Madonna”, la realtà era diversa. Il brillante artista aveva compreso che i tempi stavano cambiando. Durante il suo soggiorno negli Stati Uniti, aveva ascoltato i Platters, osservato i cantanti di rock and roll, e percepito un’imminente ondata di cambiamento. Non voleva finire per ripetere se stesso all’infinito, quindi decise di chiudere la carriera, consapevole che un addio al culmine del successo gli avrebbe garantito l’immortalità artistica. Dopo il ritiro, Carosone si dedicò alla pittura insieme a suo figlio Pino.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA