L’uomo che vide l’infinito come finisce il film, finale e spiegazione della storia vera di Srinivasa Ramanujan

L'uomo che vide l'infinito come finisce il film

L’uomo che vide l’infinito come finisce il film, la storia vera di Srinivasa Ramanujan

L’uomo che vide l’infinito è un film basato sulla storia vera di Srinivasa Ramanujan, un matematico indiano di straordinario talento. Nato povero a Madras, Ramanujan ottenne l’ammissione all’Università di Cambridge durante la Prima Guerra Mondiale, diventando un pioniere nelle teorie matematiche sotto la guida del suo professore e mentore, G. H. Hardy. Ramanujan è noto per la sua incredibile capacità di formulare risultati matematici profondamente originali e complessi, molti dei quali sono stati provati corretti nel corso degli anni2. Il suo lavoro ha aperto nuove aree di ricerca e ha ispirato molte ulteriori ricerche. Come finisce L’uomo che vide l’infinito ? La trama, il finale e la spiegazione del film.

L’uomo che vide l’infinito trama completa

Nel film si parla della storia di Srinivasa Ramanujan, un giovane matematico indiano autodidatta, che nel 1912, mentre viveva a Madras nell’India coloniale, offre le sue eccezionali doti di calcolo per un impiego come contabile. I suoi superiori, riconoscendo il suo talento, gli consigliano di inviare i suoi lavori a professori di Cambridge. Tra questi c’è G. H. Hardy, interpretato da Jeremy Irons, che rimane impressionato dalle capacità di Ramanujan e decide di invitarlo in Inghilterra per lavorare al Trinity College di Cambridge1. Nonostante le difficoltà familiari e la lontananza dalla moglie Janaki, Ramanujan accetta e si trasferisce a Cambridge. L’uomo che vide l’infinito come finisce il film ? A seguire, lo spoiler finale.

L’uomo che vide l’infinito finale spiegazione del film

Il finale del film “L’uomo che vide l’infinito” è toccante e significativo. Dopo anni di duro lavoro e collaborazione con G. H. Hardy a Cambridge, Srinivasa Ramanujan si ammala gravemente. Nonostante il suo desiderio di continuare a lavorare, la sua salute peggiora e decide di tornare in India per stare con la sua famiglia. Una volta tornato, continua a lavorare sulla matematica, ma la sua salute non migliora. Alla fine, Ramanujan muore giovane, ma lascia un’eredità duratura nel mondo della matematica grazie ai suoi contributi rivoluzionari.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA