Se Potessi dirti Addio storia vera e libro: il significato del titolo tratto dalla canzone “Se Telefonando”

Se Potessi dirti addio storia vera e libro

Se Potessi dirti Addio storia vera ?

Se Potessi dirti addio storia vera ? La fiction Mediaset diretta da Simona e Ricky Tognazzi segna il ritorno ufficiale alle scene di Gabriel Garko e Anna Safroncik, due volti amatissimi delle fiction italiane, come L’Onore e il Rispetto e Il Peccato e la Vergogna. L’attrice di origini ucraine ha conquistato il pubblico italiano grazie alla fiction Le Tre Rose di Eva. Entrambi interpreteranno due ruoli completamente opposti. Marcello De Angelis è un uomo che ha perso la memoria e per recuperarla incontrerà la neuropsichiatria Elena Astolfi. Sembra proprio che le loro vite siano unite da un destino comune. Se Potessi dirti addio è tratto da una storia vera, oppure è semplicemente un’invenzione degli autori ? Ecco le origini della fiction.

Se Potessi dirti Addio trama completa: chi sono Massimo De Angelis e Elena Astolfi

Nella trama completa di Se Potessi Dirti troviamo come protagonista Elena (Anna Safroncik), valente neuropsichiatra, sembra avere una vita perfetta: un marito innamorato, Lorenzo, e due figlie stupende, l’adolescente Anita e la piccola pianista Arianna. Tutto cambia però la notte in cui Lorenzo viene investito da un pirata della strada, che lo abbandona morente. Un anno dopo, tornata al lavoro, Elena deve prendersi cura di Marcello (Gabriel Garko), un paziente che ha perso la memoria in seguito a un tentato suicidio e che sembra nascondere un inquietante passato. Tra Marcello ed Elena nasce una relazione intensa che li porterà a dover lottare insieme per restituire a lui la sua vita e per scoprire la verità sulla morte di Lorenzo.

Se Potessi dirti Addio storia vera, è tratto da un libro ?

Qualcuno ha pensato che la serie Se Potessi dirti addio fosse tratta da un libro di qualche autore famoso, ma in realtà si tratta di un’opera completamente originale. Come già detto, la fiction segue la storia segue Marcello De Angelis (interpretato da Gabriel Garko), un uomo che ha perso la memoria dopo un tentato suicidio. Per cercare di recuperarla, inizia a farsi seguire dalla dottoressa e neuropsichiatra Elena Astolfi (interpretata da Anna Safroncik). I registi sembrano essersi ispirati ad alcune note fiction melò come Marnie, Io ti salverò, Magnifica ossessione, tra mistero e passione.

Se Potessi dirti Addio storia vera, il significato del titolo tratto da “Se Telefonando”

Se Potessi dirti addio storia vera

Il titolo della fiction è tratto dalla canzone della sigla “Se Telefonando” scritta da Maurizio Costanzo e cantata da Mina. Nel ritornello è stato prelevato il titolo “Se telefonando io potessi dirti addio”. La miniserie, prodotta da Jeky Production per RTI, in 6 episodi per 3 prime serate, nasce da un’idea di Maurizio Momi e Stefano Ceccarelli che, insieme a Donatella Fossataro, Francesco Giuffrè, Simona Izzo e Leonardo Valenti, firma anche la sceneggiatura. Tuttavia, i protagonisti non sono ispirati a una storia reale. Il personaggio di Marcello De Angelis, che ha perso la memoria in seguito a un incidente, potrebbe ricordare vagamente la storia di Pierdante Piccioni, il personaggio che ha ispirato la fiction DOC Nelle Tue Mani con Luca Argentero.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA