Silvano Arca causa morte, moglie e figli: come è morto il padre di Francesco Arca

Silvano Arca causa morte

Silvano Arca causa morte del padre di Francesco Arca

Silvano Arca è il padre di Francesco Arca, uno degli attori più affascinanti dello spettacolo italiano. Originario di Siena si fa conoscere al grande pubblico come tronista di Uomini e Donne. Con l’ambizione di diventare attore, si è trasferito a Roma dove ha studiato recitazione e dizione. Ha ottenuto piccoli ruoli in serie televisive come “Incantesimo” e ha recitato in film come “Scusa ma ti voglio sposare”. Nel 2010, ha interpretato il ruolo dell’agente di polizia Antonio Branca nella fiction “Ho sposato uno sbirro 2” e ha continuato a lavorare in televisione e cinema, inclusa la partecipazione al film “Spectre” della serie di James Bond nel 2015. Tra il 2020 e il 2023, è stato tra i protagonisti in diverse fiction, tra cui “Fosca Innocenti” su Canale 5 e “Resta con me” su Rai 1. Accanto al suo percorso ci sono stati sempre i suoi genitori. Chi era il padre Silvano Arca e come è morto ?

Silvano Arca moglie e figli

Silvano Arca è stato il padre dell’attore italiano Francesco Arca. Silvano era un paracadutista militare e ha avuto un impatto significativo sulla vita di suo figlio. Sua moglie, nonché madre di Francesco Arca, si chiama Morena. Silvano e Morena, i genitori di Francesco Arca, hanno avuto anche un’altra figlia, nonché sorella di Arca, che si chiama Consuelo Arca.

Silvano Arca causa morte, come è morto il padre di Francesco Arca

Silvano Arca causa morte

Silvano Arca è morto in circostanze tragiche durante una battuta di caccia nel 1995, quando Francesco aveva solo 15 anni. Francesco ha scritto un libro intitolato “Basta che torni” per condividere i ricordi di suo padre e il modo in cui la sua scomparsa lo ha influenzato “Scrivere per me è stato terapeutico. Stavo cominciando a perdere la memoria di mio padre. Un giorno mi sono reso conto che non ricordavo più la sua voce, il suo profumo di pelle e dopobarba che mi ha sempre fatto impazzire”.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA