Perché Ciao Darwin è finito per sempre e non lo fanno più, Bonolis spiega la verità

Blog di Alberto Fuschi

Perché Ciao Darwin è finito per sempre

Perché Ciao Darwin è finito per sempre?

Perché Ciao Darwin è finito ? Brutta sorpresa per tutti gli amanti dello storico show antropologico condotto dall’accoppiata vincente Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Siamo giunti alla nona edizione soprannominata Giovanni 8.7 (ecco perché) che mette al centro la sfida tra 2 categorie capitanate da concorrenti e capitani provenienti da ogni parte del mondo dello spettacolo. Su Canale 5 il ritorno in tv ha segnato ottimi ascolti, grazie anche all’immutato meccanismo che contraddistingue il programma dal 1998 a oggi. La presenza dei micromondi, le irriverenti sfide e naturalmente Madre Natura (o Padre Natura) ad arricchire le divertenti serate. Eppure, dopo l’ultima puntata, Bonolis ha annunciato “Per l’ultima volta buonasera”. Perché Ciao Darwin non lo fanno più ?

Perché Ciao Darwin è finito per sempre, Bonolis spiega la verità

Perché Ciao Darwin è finito per sempre

La nona edizione si è conclusa il 23 febbraio 2024. Bonolis ha spiegato perché Ciao Darwin è finito “Quale delle mie trasmissioni ha futuro? Secondo me Avanti un altro si, Ciao Darwin no“. Non a caso, la sfida è stata tra la storia di Darwin e la nuova generazione con la vittoria di quest’ultima. Bonolis ha detto “Questa è proprio l’ultima edizione. Vi ringrazio di avermi fornito tutte le armi necessarie affinché anche questa nona edizione andasse a buon fine. Nella vita accadono cose difficili, cose brutte che tendiamo a dimenticare. Invece, ricordiamo le belle. Questo vuol dire che vi ricorderò sempre”. Il bacio di Bonolis e Laurenti è un messaggio inconfondibile di addio. Non tutto però potrebbe essere perduto. Due cartelloni mostrati nel pubblico (Vogliamo Ciao Darwin 10 e anche 11, ma non subito) sanno quasi di annuncio di un possibile seguito. D’altronde, anche l’ex moglie Sonia Bruganelli (autrice del programma) ha detto «Comunque vada, non sarà un addio».

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA