Chi ha rubato la mia vita film Tv8: trama e finale spiegazione

Blog di Alberto Fuschi

Chi ha rubato la mia vita film Tv8

Chi ha rubato la mia vita film Tv8

Chi ha rubato la mia vita film Tv8

Chi ha rubato la mia vita film Tv8 del 2017 è diretto da Jason Bourque per Lifetime Tv. Al centro del thriller canadese “Woman on the Run”, c’è una scrittrice di gialli, interpretata da Sarah Butler. Sopravvissuta a un tentativo di omicidio, la donna è determinata a scoprire chi le abbia rubato l’identità, impossessandosi così della sua vita. Tra i protagonisti del cast troviamo Sarah Butler (Nomi), Lindsay Maxwell (Greta), Jim Thorburn (Mark), Josh Byer (Lyle), Karen Holness (detective Krantz) e Matthew MacCaull (Oscar). A seguire: Chi ha rubato la mia vita trama e finale spiegazione.

Chi ha rubato la mia vita trama completa

Nomi è una scrittrice di successo, ma la sua promettente carriere viene ostacolata improvvisamente da alcuni inaspettati eventi avversi. Dopo una breve vacanza con la sua famiglia, Nomi verrà tradita dalla tata Greta che le ruberà la sua identità con la complicità del suo amante, nonché il marito di Nomi. La polizia crede alla versione dalla tata, Nomi perde l’affidamento dei figli e ogni tipo di credibilità. Nomi si ritrova uno scenario reale ben peggiore dei suoi romanzi gialli.

Come finisce Chi ha rubato la mia vita

Nomi è stata data per morta con un’enorme polizza di assicurazione sulla vita stipulata sulla sua Greta. Pensano che sia lei la babysitter e Nomi non può dimostrare in alcun modo la sua identità. Incontrerà un fattorino di nome Oscar per cercare di trovare una soluzione. Nomi vuole citare i suoi libri parola per parola, poi vuole andare dalla polizia e fare un test di maternità per riavere i suoi figli. Un sicario assoldato da Greta cerca di ucciderli, ma sarà Oscar a salvarla e ad aiutarla a riconquistare la sua identità perduta.  

Chi ha rubato la mia vita finale spiegazione del film

Ted, ex mentore della vera Nomi, si presenta a Seattle e finge di non conoscere la scrittrice. In realtà è stato corrotto per mezzo milione di dollari per mentire. Nomi finisce in un istituto psichiatrico. La figlia Jane si precipita nell’Istituto e dice alla polizia che Greta non è la sua madre. Nomi corre fuori e racconta cosa hanno fatto Greta e Mark. L’ufficiale si schiera con Nomi e poi arresta Mark. Alla fine Nomi riprende i suoi figli e inizia una storia d’amore con Oscar.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA