Ragazzi Fuori testo canzone Giulia Crazy J feat Cardiotrap di Mare Fuori

Blog di Alberto Fuschi

Updated on:

Ragazzi Fuori testo canzone Crazy J feat Cardiotrap

Ragazzi Fuori testo canzone di Mare Fuori, Giulia Crazy J feat Cardiotrap

Ragazzi Fuori testo canzone Crazy J feat Cardiotrap

Ragazzi Fuori è la prima canzone della colonna sonora di Mare Fuori 4. Si tratta infatti del primo emozionante duetto tra Crazy J e Cardiotrap, i due litiganti per l’altra famosa canzone “Origami all’alba” scritta originariamente da Cardiotrap e O’Chiattillo. Per riavvicinare le due parti, Giulia Crazy J e Gianni Cardiotrap, interpretati rispettivamente da Clara Soccini e Domenico Cuomo, hanno stretto un accordo per registrare una canzone destinata al festival di Sanremo. Un featuring che funziona benissimo. Peccato che nella fiction Mare Fuori il personaggio di Giulia abbia rovinato tutto facendo esplodere lo studio di registrazione e rischiando la vita. Ma scopriamo ora il bellissimo brano musicale. Continua a leggere: Ragazzi Fuori testo canzone Crazy J feat Cardiotrap.

Ragazzi Fuori testo canzone di Mare Fuori

Crescere quanto ci costa, se siamo nati come fiori per strada. Senza manco farlo apposta, l’amore scotta, la voce rotta, la vita st*onza. Luce dei palazzi che ci annebbiano ancora la vista, e i tuoi occhi stanchi ora sono diversi. Sei dentro il loop, che ti fa andare più giù giù giù giù, poi ti sembra tutto quanto un dejavù, non mi riconosci più e gridi contro i muri.

Ritornello: Siamo solamente dei Ragazzi Fuori, siamo l’acqua, ma sporca, con una bussola rotta senza direzioni. E fa paura, come quando cammini a Milano di notte e la luna non ti fa compagnia.

Ragazzi Fuori testo canzone di Crazy J e Cardiotrap VIDEO

@piperspettacoloitaliano Ragazzi Fuori la canzone di Mare Fuori 4. Crazy J feat Cardiotrap ♥️ Che duetto #marefuori4 #ragazzifuori #marefuori4spoiler⚠️ #cardiotrap #crazyj #marefuori #marefuorispoiler #clarasoccini ♬ suono originale – piperspettacoloitaliano

Metti la maglia al contrario che tanto se esci si pensa sia moda rimangono petali senza colori lasciati per strada. Cresci sempre di più e che cosa resta. Togli la ruggine dalla faccia. Cerchi dentro la specchio una risposta. Gridi, contro i muri: siamo solamente dei Ragazzi Fuori, siamo l’acqua, ma sporca, con una bussola rotta senza direzioni. E fa paura, come quando cammini a Milano di notte e la luna non ti fa compagnia.

Sei dentro Sei dentro il loop, che ti fa andare più giù giù giù giù, poi ti sembra tutto quanto un dejavù, non mi riconosci più e gridi contro i muri. Finale con il ritornello.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA