Un sacchetto di biglie storia vera e significato: Joseph Joffo e Maurice Joffo chi sono nella realtà

Blog di Alberto Fuschi

Un sacchetto di biglie storia vera

Un sacchetto di biglie storia vera del film

Un sacchetto di biglie storia vera

Un sacchetto di biglie storia vera ? Ebbene sì, a partire dal periodo storico, il film diretto da Christian Duguay ripercorre l’occupazione tedesca del 1940. Due ragazzini ebrei, Joseph e Maurice, si avventurano in un viaggio verso la “Zona libera”, territorio nel Sud della Francia che, nella parte occupata dagli italiani, garantiva inizialmente accoglienza agli ebrei. Sembra una storia incredibile e invece i fratelli Joseph e Maurice Joffo sono esistiti per davvero. Ecco chi sono e a cosa si ispira il film.

Un sacchetto di biglie storia vera e significato, come nasce il film

Il film racconta la storia vera di due fratelli ebrei, Joseph e Maurice, che fuggono dalla Francia occupata dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale. Lungo il loro viaggio, affrontano molti pericoli e sfide, ma anche momenti di solidarietà e speranza. Il film è un remake dell’omonimo film del 1975 di Jacques Doillon, ed è stato apprezzato dalla critica e dal pubblico per la sua fedeltà al libro e per la sua sensibilità nel trattare un tema così delicato. Il titolo Un sacchetto di biglie si riferisce al fatto che Joseph scambia il suo cappello con la stella gialla per un sacchetto di biglie, simbolo della sua innocenza e della sua voglia di giocare.

Un sacchetto di biglie storia vera di Joseph Joffo

Il racconto autobiografico di Joseph Joffo riscosse un grande successo. È stato uno scrittore francese, nato a Parigi nel 1931 e morto a Saint-Laurent-du-Var nel 2018. È famoso per il suo romanzo autobiografico Un sacchetto di biglie, in cui racconta la sua fuga dalla Francia occupata dai nazisti insieme al fratello Maurice, quando era solo un bambino. Il libro è stato tradotto in diciotto lingue e ha ispirato due film. Joseph Joffo si è sposato due volte nella sua vita. La sua prima moglie si chiamava Jacqueline, ed era la figlia di un amico di famiglia. Con lei ha avuto tre figli: Jean-Claude, Franck e Valérie. La coppia si è separata nel 1974, dopo vent’anni di matrimonio. La sua seconda moglie si chiamava Karen, ed era una giornalista americana. Con lei ha vissuto fino alla sua morte, avvenuta nel 2018.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA