Come muore Nino nella Storia, la causa della morte del figlio di Ida

Blog di Alberto Fuschi

Come muore Nino nella Storia

Come muore Nino nella Storia ? La tragica morte del figlio di Ida

Come muore Nino nella Storia

Nella fiction La Storia il personaggio di Nino (interpretato da Francesco Zenga), nato dalla penna di Elsa Morante, è il figlio maggiore di Ida, nonché il fratello del piccolo Useppe. Nel corso della sua breve vita, Nino ha corso sempre dei pericoli. Prima come militante dei fascisti, poi come commerciante di armi. In questi anni difficili, il coraggioso Nino andrà incontro ha un destino segnato e inevitabile. Nonostante abbia commesso azioni discutibili, il suo vero obiettivo è stato sempre aiutare economicamente la madre Ida e il piccolo Useppe per un futuro migliore. La famiglia prima di tutto, a qualunque costo. Come muore Nino nella Storia ? Ecco la causa della morte del figlio di Ida.

Come muore Nino nella Storia, dal fascismo al contrabbando delle armi

Nino è cresciuto durante i 5 anni di guerra. Ha abbandonato la scuola, da sempre nemica del fascismo, distruggendo i sogni di Ida che sognava per lui una laurea a pieni voti. Successivamente si è arruolato nell’Esercito fascista, immergendosi nel caos della guerra. Ma dopo aver vissuto l’orrore della guerra, passa dalla parte dei partigiani della cellula dei Castelli romani. Nino viaggia molto e finisce a Napoli unendosi agli americani. Nino è pieno di idee, forse troppe. Intollerante a tutte le autorità, correndo a
perdifiato felice e disperato verso il suo destino.

Come muore Nino nella Storia, la causa della morte

Nell’ultima puntata de La Storia, vedremo Nino ancora inserito nel mondo del contrabbando delle armi sul litorale romano. Purtroppo, una partita di armi andrà male. La Polizia resta dietro al ragazzo che proba a fuggire con il suo furgoncino. Nino fa un incidente gravissimo e muore. Il giorno dopo Ida riceve la notizia e va a riconoscere il corpo del suo amato figlio, crollando nella disperazione. Il fratello minore Useppe, scoprirà la notizia dopo qualche tempo, sprofondando nella depressione.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA