Come finisce La Tregua, finale spiegazione del film di Primo Levi

Blog di Alberto Fuschi

Come finisce La Tregua

Come finisce La Tregua, trama e finale

Come finisce La Tregua

La Tregua è un film 1997 diretto da Francesco Rosi, suo ultimo da regista, candidato alla Palma D’Oro al Festival di Cannes 1997 e vincitore di 4 David Di Donatello. La pellicola è basato sull’omonimo romanzo del 1963 vincitore del Premio Campiello. Si racconta l’esistenza di Primo Levi nel dopoguerra (1945). Un percorso tortuoso con l’unico obiettivo di raggiungerà la libertà. Come finisce La Tregua. La trama, il finale e la spiegazione del film.

Come finisce La Tregua, trama completa

Il 27 gennaio 1945 i soldati dell’Arma Rossa arrivano a Buna-Monowitz, una delle 39 sezioni del lager di Auschwitz. Qui liberano i sopravvissuti dallo sterminio di Auschwitz programmato dai nazisti. Per i sopravvissuti, denutriti e sfiancati dalle terribili condizioni della prigionia, comincia una lunga marcia per raggiungere il proprio paese. Qui c’è anche Primo Levi, chimico ebreo. Anche per lui comincerà una lungo viaggio di ritorno.

La Tregua finale spiegazione del film

Il percorso dei superstiti attraversa l’Europa centrale, ma è ricco di imprevisti. Cesare guida il percorso di Levi, un burbero romano molto socievole e Daniele un uomo veneto senza più la sua famiglia sterminata dai nazisti. Si aggiunge il ladro Ferrari, il violinista Unverdorbe e il siciliano D’Agata. Primo Levi resta illuminato dall’incontro con l’ebreo greco Mordo Nahum. Alla fine del percorso, il gruppo arriva a Monaco di Baviera. Levi mostra la sua divisa di deportato di Auschwitz ad un soldato tedesco costretto ai lavori forzati in stazione. Nel finale del film, questo soldato si inginocchia davanti a Levi chiedendo perdono. Alla fine, Levi raggiunge Torino e abbraccia la madre e la sorella.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA