I bambini della speranza storia vera del film, chi sono i bambini di Windermere nella realtà

Blog di Alberto Fuschi

I Bambini della Speranza storia vera

I bambini della speranza storia vera del film, i bambini sopravvissuti all’Olocausto

I bambini della speranza storia vera ? Ebbene sì, il film 2020 conosciuto come The Windermere Children, diretto da Michael Samuels, si incentra su fatti realmente accaduti. Alla base c’è la storia dell’Olocausto e i 300 bambini che riuscirono a salvarsi nel ghetto di Theresienstadt in Repubblica Ceca. Il centro di Windermere guidato dallo psicologo Oscar Friedman si offrì di recuperare psicologicamente e fisicamente i superstiti dell’Olocausto. Per tutti loro è stato un vero miracolo. Ma chi sono i bambini di Windermere nella realtà ?

I bambini della speranza storia vera, i bambini di Windermere nella realtà

I Bambini della Speranza storia vera

I bambini della speranza è tratto dalla storia vera dei bambini sopravvissuti all’Olocausto, che furono ospitati nel campo allestito nella tenuta di Calgarth a Troutbeck Bridge, vicino al lago Windermere (Inghilterra). I sopravvissuti sono stati riabilitati e pian piano hanno ricostruito le loro vite, integrandosi nella società britannica. “I bambini Windermere sono le persone più patriottiche che abbia mai incontrato”, dice il regista “Sono così grati per la possibilità che hanno avuto di ricominciare la loro vita nel Regno Unito, e vogliono esprimerlo in molti modi, avendo successo qui, pagando le tasse e crescendo le loro famiglie qui”. Tra loro c’è un unico sopravvissuto oggi, che sarebbe il vero Jock Lawrence nel film.

I bambini della speranza storia vera di Arek Hersh

I protagonisti, seppur con nomi fittizi, si ispirano a persone realmente esistite. Oggi l’unico superstite è Arek Hersh di 91 anni, bambino sopravvissuto all’Olocausto. Ha avuto 3 figlie e due mogli. Hersh fu mandato ad Auschiwitz nel 1944 all’età di 17 anni. Egli dichiarò di essere un fabbro, per risultare utile ai nazisti. Una mossa per sopravvivere a quella indimenticabile strage. Hersh ricorda infatti la morte di altri 180 bambini. Nell’agosto del 1945, Hersh, insieme ad altri 11 bambini sopravvissuti, è stato mandato a Windermere per riabilitarsi.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA