Martina Pieraccioni oggi: età, madre, chi è la figlia di Leonardo Pieraccioni

Martina Pieraccioni oggi, figlia di Leonardo Pieraccioni

Martina Pieraccioni oggi, chi è la figlia di Leonardo Pieraccioni

Martina Pieraccioni oggi, figlia di Leonardo Pieraccioni
Leonardo Pieraccioni e Martina (foto Instagram)

Martina Pieraccioni è la figlia di Leonardo Pieraccioni, uno degli attori e registi più noti dello spettacolo italiano, uno dei pionieri della commedia italiana. L’artista toscano nasce con successi memorabili come I Laureati, Il Ciclone, Il Principe e Il Pirata, Il paradiso all’improvviso, Ti amo in tutte le lingue del mondo e in altri film cult che hanno segnato positivamente il cinema italiano. Pieraccioni ha sempre strappato una risata e talvolta qualche lacrime con le sue autentiche commedie romantiche. Proprio sul set ha conosciuto l’amore della sua vita, con la quale ha avuto anche la sua amatissima figlia. Chi è Martina Pieraccioni oggi ?

Martina Pieraccioni età e data di nascita

Data di nascita: Martina Pieraccioni età 14 anni è nata a Firenze. I suoi genitori sono Leonardo Pieraccioni (padre) e Laura Torrisi (madre). La coppia si conosciuta nel 2007 durante le riprese del film Una Moglie Bellissima. Papà Leonardo ha detto in alcune interviste “Da quando c’è lei nella mia vita, è chiaro che lei viene prima di ogni altra cosa. Cambia la prospettiva, che è quella del suo sguardo.” Leonardo e Laura non stanno più insieme da diversi anni “Quando si torna a casa, Martina ti racconta le cose che succedono a scuola. Adesso è una ragazzina ed è bello, sono stato fortunato, è simpatica. Ridiamo delle stesse cose, stiamo insieme. I figli dei separati diventano come una coppietta con la mamma o con il papà” ha detto Pieraccioni.

Martina Pieraccioni oggi, le foto con il papà

Martina è ancora piccola, ma vanta già un’esperienza cinematografica nel film Il Professore Cenerentolo. È ancora troppo presto per sapere quale sarà il suo futuro lavoro. Il padre Leonardo ha già le idee molto chiare “Alla mia figliola ho detto che ci sarà un momento in cui sentirai che dovrai urlare con qualcuno, che dovrai dire delle cose magari a mezzanotte. Ecco, non fallo, diglielo col giorno. Che col giorno queste veemenza magari non ce l’hai’. Litigare è un riconoscimento di potere all’altro”.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA