Come finisce Non c’è più Religione, trama e finale spiegazione del film

Blog di Alberto Fuschi

Come finisce Non c'è più Religione

Come finisce Non c'è più Religione, trama e finale

Come finisce Non c'è più Religione

Non c’è più religione è un film 2016 diretto da Luca Miniero. Al centro della storia c’è la location immaginaria di “Portobuio”, piccola isola del Mediterraneo spaccata a metà da 2 comunità avversarie, capeggiate da Cecco (Claudio Bisio) e Marietto (Alessandro Gassmann). Le due culture dovranno trovare un punto d’incontro per condividere la sacra tradizione del Presepe vivente. L’ambientazione dell’isola è stata ricostruita nelle Isole Tremiti, mentre altre scene sono state girate a Monte Sant’Angelo e Manfredonia. Come finisce Non c’è più religione. La trama, il finale e la spiegazione del film.

Come finisce Non c'è più religione, trama completa

A Porto Buio, piccola isola del Mediterraneo, si pensa sempre e costantemente come celebrare la Natività. Se non altro per la forte rivalità tra le due comunità dell’isola. Bisogna trovarne un bambin Gesù, ma a Porto Buio non ci sono più nascite. Il neo sindaco Cecco vorrebbe chiederne uno in prestito ai tunisini che vivono sull’altra parte dell’Isola, ma tra le comunità non corre buon sangue. Al fianco del Sindaco c’è Marietto detto Bilal, italiano convertito all’Islam e guida dei tunisini, e Suor Marta, che non ne vuole sapere di profanare la culla di Gesù. La religione diventa una scusa per saldare i conti con il proprio passato. Come finisce Non c’è Più Religione ?

Non c'è più Religione finale spiegazione

Come finisce Non c'è più Religione

Marietto decide di prestare suo figlio che sta per nascere per il Presepe, ma in cambio di innumerevoli richieste a Cecco che coinvolgeranno la sua popolazione. Malgrado tutto, Cecco e Marietto inizieranno a riavvicinarsi e la maternità della figlia di Cecco riporterà la pace tra le due popolazione e l’inizio non facile di un processo di integrazione. 

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA