Stefano Malchiodi causa morte e malattia, moglie e figli del regista amico di Beatrice Luzzi

Blog di Alberto Fuschi

Updated on:

Stefano Malchiodi causa morte

Stefano Malchiodi causa morte e malattia

Stefano Malchiodi causa morte

È morto Stefano Malchiodi giovane regista italiano vincitore del David di Donatello 2021. Questa potrebbe essere la causa dell’abbandono provvisorio di Beatrice Luzzi dal gioco del Grande Fratello. Malchiodi e Beatrice Luzzi erano molto legati, così come anche il resto dei colleghi e degli amici del regista. Il cordoglio arriva anche dal Centro Sperimentale di Cinematografia, luogo molto caro al regista, dove è si è formato con il suo prezioso lavoro “Sottratto troppo presto alla sua vita e al suo amatissimo lavoro, oggi non possiamo che dedicargli un pensiero immenso e unirci al dolore dei suoi familiari, dei suoi amici e di tutti i compagni e i docenti del CSC”. Scopriamo qualcosa di più sulla sua vita privata.

Stefano Malchiodi causa morte e malattia: chi era il regista (amico di Beatrice Luzzi)

Data di nascita: Stefano Malchiodi età 32 anni è un regista, nato a Martinengo in provincia di Bergamo. Nella sua città natale praticava anche basket. Ha frequentato il Liceo Scientifico di Romano (Lombardia) per seguire successivamente un corso di produzione cinematografica alla scuola di cinema a Milano. Ha ottenuto il diploma nel 2014 con una tesi sl cinema indipendente. Si trasferisce subito dopo a Roma per seguire il corso di montaggio alla Scuola Nazionale dei Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia. Nel 2021 vince il David di Donatello come miglior cortometraggio per “Anne” basato sulla storia vera di James Leininger. Malchiodi è morto il 19 dicembre 2023 e ha avuto un’embolia polmonare, che sarebbe poi la causa della sua morte dopo un ricovero obbligato a Roma.

Stefano Malchiodi moglie e figli ?

Malchiodi non era sposato e non aveva figli. La sua assenza sui social non ha fatto emergere nessun dato sulla sua vita privata, se non che sia stato un amico dell’attrice Beatrice Luzzi.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA