Bastardi a mano armata storia vera, il film è tratto da un noto titolo crime italiano

Blog di Alberto Fuschi

Bastardi a mano armata storia vera

Bastardi a mano armata storia vera ?

Bastardi a mano armata storia vera

Bastardi a mano armata storia vera ? Il film 2021 diretto da Gabriele Albanesi, già autore dell’horror Il bosco fuori, ha portato sul grande schermo (purtroppo sostituito dall’on-demand per la pandemia) la storia di Sergio Diotallevi, un detenuto in Algeria che dovrà compiere una missione per conto di un certo Caligola. Il crime italiano ha come protagonisti 3 volti già noti per questo genere di film: Marco Bocci, Fortunato Cerlino e Peppino Mazzotta. I fatti sono ispirati a qualcosa di realmente accaduto ? Ecco di cosa parla il film.

Bastardi a mano armata storia vera, di cosa parla il film

Sergio Diotallevi, detenuto in Algeria, viene graziato e rispedito in Italia in seguito all’intervento di uno sconosciuto di nome Caligola che gli chiede in cambio di svolgere una missione per suo conto. Dall’altra parte troviamo Michele, un uomo benestante che vive in uno chalet tra le montagne con la moglie Damiana e la figliastra Fiore, un’adolescente con cui ha un rapporto piuttosto complicato. Una notte, Sergio irrompe nella loro abitazione, prendendoli in ostaggio. La missione è recuperare un prezioso bottino di un furto, nascosto in casa molto tempo prima.

Bastardi a mano armata storia vera, a quale film si ispira

I personaggi di Bastardi a mano armata risultano fittizi e non identificabili a figure realmente esistite. Il regista Gabriele Albanesi ha omaggiato il cinema crime italiano degli anni Settanta e Ottanta, ispirandosi direttamente al film “Vacanze per un massacro – Madness” di Fernando Di Leo con Joe Dallessandro e Lorraine De Selle.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA