La Voce che hai dentro Michele Ferrara: storia vera, chi era veramente, è esistito nella realtà ?

Blog di Alberto Fuschi

La Voce che hai dentro Michele Ferrara

La Voce che hai dentro Michele Ferrara chi era veramente ?

La Voce che hai dentro Michele Ferrara

Massimo Ranieri interpreta nella fiction La Voce che hai dentro Michele Ferrara, il protagonista assoluto del musical-drama di Canale 5. Ranieri è tornato a recitare dopo 20 anni di assenza ed è pronto a regalare una grande emozione al suo vasto pubblico. In molti si chiederanno, dopo la visione della serie tv, chi è Michele Ferrara e soprattutto è esistito nella realtà, oppure è soltanto un personaggio fittizio ? Ecco cosa sappiamo e come è nata la storia della fiction.

La Voce che hai dentro Michele Ferrara biografia

Ne La Voce che hai dentro Michele Ferrara è proprietario della Parthenope Edizioni Musicali, una grande casa discografica napoletana che nei tempi d’oro ha annoverato tra i propri assistiti alcuni tra i più celebri cantautori della tradizione. Purtroppo, Michele è stato condannato per l’omicidio di suo padre Domenico Ferrara, vecchia gloria della musica partenopea. Michele ha scontato ingiustamente 10 anni di carcere, ma poi viene liberato. Torna a Napoli per salvare la sua casa discografica, che sta per essere venduta all’editore musicale Gaetano Russo. Michele è sposato con Maria e ha 3 figli: Raffaele, Antonio e Anna. Grazie alla scoperta del talentuosa trapper Regina, riuscirà a salvare le sorti della casa discografica.

La Voce che hai dentro Michele Ferrara è esistito nella realtà, ecco a chi si ispira

Massimo Ranieri ci tiene moltissimo a questo progetto, nato proprio da una sua idea sviluppata con Lucky Red, il regista Eros Puglielli e scritturata da Jean Ludwigg. Michele Ferrara non è tratto da una storia vera, ma si ispira vagamente alla figura di uno dei produttori discografici più famosi di Napoli. Parliamo di Espedito Barrucci e della sua storica casa discografica a conduzione familiare Zeus Edizioni che lanciato cantanti come Peppino Gagliardi, Tony Astarita, Enzo di Domenico, Mario Merola, Antonio Buonomo, Federico Salvatore, Gigi D’Alessio e lo stesso Massimo Ranieri. Ovviamente, la storia criminale della fiction è totalmente romanzata.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA