Un uomo ordinario storia vera: Ratko Mladic oggi, che fine ha fatto Il Generale

Blog di Alberto Fuschi

Un uomo ordinario storia vera

Un uomo ordinario storia vera, chi è davvero Il Generale

Un uomo ordinario storia vera

Un uomo ordinario storia vera ? Il film è stato diretto nel 2017 da Brad Silberling con il titolo originale An Ordinary Man. La pellicola si incentra sulla figura de Il Generale, ex criminale di guerra della Jugoslavia, ricercato a livello internazionale, ma nascosto nella sua città di origine. Tutti pensano infatti che sia dall’altra parte del mondo. Invece è sorvegliato in una missione speciale. Chi è nella realtà Il Generale ? Ecco da cosa è tratto il film.

Un uomo ordinario storia vera, di cosa parla il film

Un criminale di guerra della ex Jugoslavia, conosciuto con il nome Il Generale, ha trovato rifugio in un appartamento e ha come unico contatto con l’esterno Tanja, una giovane cameriera con cui instaura un ambiguo rapporto di complicità. Il Generale è ricercato per crimini di guerra e pulizia etnica, ma più di qualcuno fa finta di nulla. La protezione non durerà per sempre.

Un uomo ordinario storia vera, Ratko Mladic chi è veramente il Generale

Un uomo ordinario è tratto da una storia vera. Il personaggio del generale è basato su Ratko Mladic. Il Generale iniziò la sua carriera nell’Armata Popolare Jugoslava nel 1965. Durante le guerre jugoslave era il capo dell’Armata Popolare Jugoslava. Per questo venne soprannominato Il Generale e Il Macellaio della Bosnia. Nel 1995 è stato accusato per genocidio, crimini di guerra e crimini contro l’umanità, responsabile dell’assedio di Sarajevo e del massacro di Srebrenica, il più grande genocidio in Europa.

Ratko Mladic oggi, è ancora vivo, che fine ha fatto ?

Il 31 maggio 2011, dopo 16 anni di latitanza, Mladić è stato arrestato con un lunghissimo processo di condanna cominciato il 12 maggio 2012. Nel novembre 2017 è stato condannato all’ergastolo con un allungamento della pena per genocidio. Oggi Mladic ha 83 anni e sconta la sua pena in carcere, fino alla fine dei suoi giorni.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA