L’Isola delle 30 Bare storia vera, da cosa è tratta la miniserie

L'Isola delle 30 Bare storia vera
L’Isola delle 30 Bare storia vera

Se seguirete L’Isola delle 30 Bare, in prima visione su Rai 2 dal 7 luglio, non può non incuriosirvi da cosa è tratta la miniserie francese basata sul romanzo di Maurice Leblanc nel lontano 1919. Dopo essere stata riadattata televisivamente nel 1979, il regista Frederic Mermoud ha ripreso il progetto che sposa diversi generi come il poliziesco, il thriller e soprattutto la superstizione. Tutto accade nella misteriosa Isola di Sarek. Christine e suo marito tornano nel luogo della morte del figlio scoprendo altri particolari agghiaccianti. L’Isola delle 30 Bare storia vera ? Di cosa parla la profezia delle Trenta Bare.

L’Isola delle 30 bare storia vera della profezia delle Trenta bare

Una serie di morti colpisce gli abitanti di Sarek, ricordando la profezia delle Trenta Bare secondo la quale ci saranno trenta morti sull’isola. Padre Favre crede a questa profezia e vede nella presenza di Christine la causa delle disgrazie che cominciano a colpire il villaggio. L’elenco dei morti si allunga, la paura prende gli abitanti, molti dei quali si alleano contro Christine. Il mistero si infittisce con la presenza sull’isola di un sosia di Paul e con le predizioni di Rémy, un giovane epilettico che annuncia disastri.

L’Isola delle 30 bare storia vera: tra mistery e superstizione

La Profezia delle Trenta Bare è frutto della fantasia dello scrittore Maurice Leblanc che nonostante tutto ha portato, sia sul libro che in tv, delle riflessioni nei telespettatori. Oltre alla parte mistery, la serie vuole far emergere diversi temi reali come le operazioni di stregoneria, non sempre corrispondenti alla realtà, e le profezie demoniache in un determinato luogo. La religione cristiana è parte integrante di questa storia


Blog di Alberto Fuschi

Giornalista iscritto presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Blog Magazine: Piper Spettacolo Italiano

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA