Dove è stato girato Ariaferma, location carcere di Mortana e ambientazione film

Blog di Alberto Fuschi

Updated on:

Dove è stato girato Ariaferma

Dove è stato girato Ariaferma, location film con Toni Servillo e Silvio Orlando

Dove è stato girato Ariaferma
Dove è stato girato Ariaferma

Ariaferma è un film diretto dal regista Leonardo di Costanzo con protagonisti, per la prima volta insieme, Toni Servillo (Gargiulo) e Silvio Orlando (Lagioia). Il film è ambientato nel carcere di Mortana, una struttura ottocentesca in degrado che va verso la chiusura. Un contrordine bloccherà i 12 carcerati, guidati dall’ergastolano Carmine Lagioia, insieme ad alcuni agenti di polizia nella struttura fatiscente, in attesa di essere trasferiti in un nuovo carcere. Diventa quindi necessario gestire in modo nuovo il rapporto tra guardie e detenuti. Dove è stato girato Ariaferma. A seguire le location e l’ambientazione del film

Ariaferma location film

Dove è stato girato Ariaferma

Dove è ambientato Ariaferma

Ariaferma è ambientato nel carcere di Mortana, un luogo immaginario ricostruito e ispirato ad altri istituti penitenziari fatiscenti. Il luogo si ispira a Poggioreale e San Vittore e ad altre piccole carceri del Nord.

Ariaferma location carcere di Mortana

Dove è stato girato Ariaferma, location carcere di Mortana e ambientazione film - Spettacolo Italiano

Il carcere di Mortana è ambientato all’ex carcere di San Sebastiano di Sassari che risale al XIX secolo, dismesso nel 2000. In questo carcere era evaso nel 1966 il giovane detenuto Graziano Mesina insieme a Miguel Atienza. Il carcere di San Sebastiano fu progettato nel 1871 da Giuseppe Polani nell’ex struttura di San Leonardo di Piazza Tola. Il nome del carcere prende dalla Chiesa sconsacrate e demolita.

Ariaferma riprese durante la pandemia

Il film fu girato nel 2020 in piena pandemia. La gabbia del carcere era divisa in due parti, a volte si incontrano gli attori professionisti e non professionisti. Per far risultare più reale spontanea la recitazione, Di Costanzo lasciò quasi la libera interpretazione (senza copione) ai non professionisti che avevano vissuto per davvero i difficili giorni all’interno del carcere.

error: ©RIPRODUZIONE RISERVATA