Home » Barfly testo e significato della nuova canzone dei Pinguini Tattici Nucleari

Barfly testo e significato della nuova canzone dei Pinguini Tattici Nucleari

Barfly testo e significato canzone dei Pinguini Tattici Nucleari

barfly-testo-pinguini-tattici-nucleari

Dopo i vari sold-out registrati nei concerti in programma nel 2023, i “Pinguini Tattici Nucleari” hanno sfornato un nuovo album “Fake News” destinato a diventare tra i più venduti e ascoltati nelle prossime settimane. L’album contiene 14 canzoni tra cui “Giovani Wannabe”, “Dentista Croazia”, “Ricordi”, “Hikimori” e “Barfly” di cui vi parleremo ora. “Barfly” racconta il trascorso londinese di Riccardo Zanotti, frontman della band, prima del successo dei Pinguini. A seguire, il video e il testo di Barfly dei Pinguini Tattici Nucleari

Pinguini Tattici Nucleari Barfly testo e video della nuova canzone

Londra tira i calci a chi vuol guardare indietro, a chi si sveglia troppo tardi, a chi si abbraccia sulla metro. Un cielo che promette sole, ma che continua a mantenere pioggia, crescerà persone sole, come pesci nella boccia. Qualcuno lancia il tocco in aria, altri imparano a fare il caffè, i cervelli scappano in Alitalia, sì, ma le braccia in Ryanair. E lo dovevo prevedere che mi avresti portato guai. Sì, ma cantarti è il solo modo per non doverti lasciare ma, per non doverti lasciare mai. Ed ora dove vai? M’hanno detto che hanno chiuso il Barfly, hai altri altri posti dove ubriacarti, altri lеtti dove addormentarti, altre amichе con cui lamentarti di me (Ritornello). 

E lo so che ti ho abbandonato, come un bisbiglio nel frastuono, o un esorcista pensionato. Che appende il crocifisso al chiodo, volevamo essere insegne illuminate ad Oxford Street, diventare punti fermi e non puntini sulle i. (Ritornello). Darling, devi svegliarti sennò fai tardi per il tuo shift, dentro la testa ho dei tarli, mi dicono: “Parti e vai via di qui”. Sabato esco alle quattro, andiamo a teatro a vedere John Cage? Guarda i biglietti, troppo per due con la minimum wage. 

Darling, devi svegliarti sennò fai tardi per il tuo shift, dentro la testa ho dei tarli, mi dicono: “Parti e vai via di qui”. Vita, sì, tratta dal Britain dura ma zitta come John Cage. Guarda i biglietti, troppo per due con la minimum wage. (Ritornello).

Blog di Alberto Fuschi

Giornalista iscritto presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Blog Magazine: Piper Spettacolo Italiano