Home » The Loneliest testo, traduzione e significato della nuova canzone dei Maneskin

The Loneliest testo, traduzione e significato della nuova canzone dei Maneskin

The Loneliest testo e significato della nuova canzone dei Maneskin

the-loneliest-testo

È uscita nella notte italiana del 7 ottobre 2022 “The Loneliest” la nuova attesissima canzone dei Maneskin. L’attuale rock band italiana più famosa e amata al mondo, dopo la conquista del Festival di Sanremo e dell’Eurovision Song Contest con “Zitti e buoni”, ha continuato a collezionare successi e record impressionanti con 5 miliardi di stream su tutte le piattaforme digitali. Il nuovo singolo arriva 5 mesi dopo “Supermodel” e racconta principalmente l’uomo moderno sempre più solo, senza amore in tempi difficili in un’atmosfera dark sotto un diluvio che rappresenta al meglio il suo triste stato d’animo. Di seguito, il testo di The Loneliest e la traduzione in italiano.

Maneskin The Loneliest testo, video della canzone e traduzione in italiano

You’ll be the saddest part of me, apart of me that will never be mine. It’s obvious tonight is gonna be the Loneliest. You’re still the oxygen, I breath, I see your face when I close my eyes. It’s torturous tonight is gonna be the Loneliest. There’s a few lines that I have wrote, in case of death, that’s what I want, that’s what I want. So don’t be sad when I’ll be gone
There’s just one thing I hope you know. I loved you so cause i don’t еven care about the timе I’ve got left here. The only thing I know now is that, i want to spent it with you, with you. Nobody else here, tonight is gonna be the loneliest.

You will be the saddest part of me, the part of me that will never be mine. It’s obvious tonight is gonna be the loneliest. You’re still the oxygen I breath, I see your face when I close my eyes. It’s torturous tonight is gonna be the loneliest.

Sarai la parte più triste di me, a parte me che non sarà mai mia. È ovvio stasera sarà la più solitaria, sei ancora l’ossigeno che respiro, vedo la tua faccia quando chiudo gli occhi. È tortuoso stasera, sarò il più solitario, ci sono alcune righe che ho scritto, in caso di morte, è quello che voglio, questo è quello che voglio. Quindi non essere triste quando me ne sarò andato, c’è solo una cosa che spero tu sappia. 

Ti ho amato così tanto, perché non mi interessa nemmeno il tempo che ho lasciato qui. L’unica cosa che so ora è che voglio passarlo con te. Nessun altro qui, questa notte sarà la più solitaria, sarai la parte più triste di me. La parte di me che non sarà mai mia, è ovvio che stasera sarà la più solitaria. Sei ancora l’ossigeno che respiro, vedo la tua faccia quando chiudo gli occhi, è tortuoso questa sera sarà la più solitaria.

Blog di Alberto Fuschi

Giornalista iscritto presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Blog Magazine: Piper Spettacolo Italiano