Home » Giustizia per tutti anticipazioni seconda puntata, trama 25 maggio 2022: un nuovo caso per Roberto e Victoria

Giustizia per tutti anticipazioni seconda puntata, trama 25 maggio 2022: un nuovo caso per Roberto e Victoria

Giustizia per tutti anticipazioni seconda puntata

giustizia-per-tutti-anticipazioni-seconda-puntata

Dopo l’ottimo successo all’esordio, mercoledì sera su Canale 5 torna Raoul Bova con il secondo e penultimo appuntamento di Giustizia per tutti, la miniserie legal drama diretta da Maurizio Zaccaro ed Eros Puglielli. Al fianco di Bova, nei panni dell’avvocato Roberto Beltrami, troviamo Rocio Munoz Morales nel ruolo dell’avvocatessa Victoria Bonetto. Il cast si avvale della presenza di Giuseppe Antignati, Anna Favella, Francesca Vetere e Rossella Brescia. Qui per recuperare cosa è successo negli episodi precedenti, di seguito le anticipazioni della seconda puntata di Giustizia per Tutti, la trama del 25 maggio 2022.

Giustizia per tutti trama 25 maggio 2022

Fino ad ora, Roberto ha dimostrato un grande talento investigativo ma il caso di Saverio, accusato dell’omicidio di suo fratello Cosimo, rappresenta per lui una nuova sfida: l’uomo, infatti, ha perso la memoria e non riesce a ricordare nulla della notte dell’omicidio. Mentre i pezzi del puzzle si ricompongono a mostrare un’inaspettata verità, Roberto continua a portare avanti l’indagine su Beatrice, trovandosi finalmente faccia a faccia con Tommaso Randelli, l’uomo che era con sua moglie la notte in cui è morta. 

Roberto viene contattato da Maria Pilar, una donna venezuelana che è alla disperata ricerca di un aiuto per il marito Julio, accusato di aver ucciso nel sonno la loro datrice di lavoro. E’ un caso complicato che Roberto cercherà di risolvere per provare a salvare la dignità di persone perbene. Nel frattempo l’uomo viene denunciato da Tommaso Randelli per l’aggressione che questi ha subito nel suo pub.

Blog di Alberto Fuschi

Giornalista iscritto presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Blog Magazine: Piper Spettacolo Italiano