Io sono Babbo Natale, l'ultimo film di Gigi Proietti

Da Ettore Scola a Matteo Garrone e poi infine Edoardo Falcone. L’ultimo film di Gigi Proietti è “Io sono Babbo Natale”. Girato a inizio anno, prima del Covid-19, la pellicola sarebbe dovuta uscire al cinema a dicembre 2020. Insieme a Gigi Proietti, nei panni di Babbo Natale, c’è anche Marco Giallini. Ero strafelice quando ha accettato e adesso non vedevo l’ora di fargli vedere il lavoro finito. Lui è strepitoso in questo personaggio. Mi rimane questo grande dispiacere, non averglielo potuto mostrare. Ha infuso una grande umanità e a vederlo in quella parte dopo ciò che è successo, si proverà, credo, una grande tenerezza”. ha raccontato il regista Edoardo Falcone in un’intervista all’Ansa. 

Io sono Babbo Natale, trama dell'ultimo film di Gigi Proietti

Un ex detenuto di nome Ettore (interpretato da Marco Giallini), conduce un’esistenza disperata e vive in maniera irrequieta, senza trovare alcuno stimolo. Finito in prigione, dopo una rapina, Ettore non ha mai tradito i suoi complici, mai ha fatto i loro nomi. Non ha legami familiari, dopo essersi lasciato con la compagna Laura, nè ha mai conosciuto la figlia avuta dalla relazione con lei. Solo una cosa sa fare, solo una sembra essere la prospettiva futura: tornare a rubare.

E, proprio durante uno dei suoi furti, Ettore finisce in casa di Nicola (Gigi Proietti), adorabile signore che non possiede oggetti di grande valore. L’unica cosa importante che può dare a Ettore è un’informazione sulla sua identità: Nicola dice di essere il vero Babbo Natale. Il rapinatore non crede alle parole dell’uomo che ha di fronte, ma ancora di più stenta a credere all’esistenza di Babbo Natale. Ma dovrà ricredersi.


Blog di Alberto Fuschi

Giornalista iscritto presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Blog Magazine: Piper Spettacolo Italiano