Ciro Di Marzio è vivo, L’Immortale anticipa Gomorra 5 (foto, SPOILER)

L'Immortale non è muort, Ciro Di Marzio è vivo grazie al capolavoro di Marco D'Amore

L’attesa tra Gomorra 4 e Gomorra 5 è troppo lunga. Per questo, Marco D’Amore ci ha regalato il suo primo capolavoro da regista “L’Immortale” il film che porta nuovamente in pista il personaggio più amato della serie. Ciro Di Marzio è vivo e bastano pochi secondi per verificare il lieto evento. D’Amore trasmette sullo schermo il passaggio mai visto tra la fine di Gomorra 3 e l’inizio di Gomorra 4. Il corpo di Ciro viene gettato in mare e poi recuperato da dei sommozzatori che lo riconoscono immediatamente «È lui Ciro di Marzio, il boss di Secondigliano, facciamoci i cazzi nostri». Ciro verrà trasportato in ospedale in fin di vita. Il proiettile inflitto da Gennaro Savastano è passato a un centimetro dal suo cuore, parola di Don Aniello il primo uomo che incontrerà dopo il coma «Allora è proprio vero, l’Immortale non lo uccide nessuno». 

Ciro in ospedale

Ciro Di Marzio va in Lettonia prima di incontrare nuovamente Gennaro Savastano

Don Aniello consiglia a Ciro di andar via da Napoli «La vita ti sta offrendo un’altra opportunità, lì fuori non c’è nessuno che ti aspetta, non devono sapere che sei ancora vivo». Ciro andrà in Lettonia e conoscerà i nuovi amici del canale di Don Aniello. Si ritroverà nella paranza di Bruno, l’uomo che lo adottò in orfanotrofio (da qui partiranno i flashback di Ciro bambino, interpretato da Giuseppe Aiello).

Ciro verrà coinvolto in una guerriglia tra russi e lettoni e sopravviverà ancora una volta da vero immortale. Colpi di scena a non finire, compresa la parte finale dove incontrerà Gennaro, ormai fuori da ogni scontro a Napoli e in ritiro in una villa a Posillipo. 

Ciro e Bruno
Giuseppe Aiello

L'Immortale la scena finale con Ciro e Genny

Blog di Alberto Fuschi

Giornalista iscritto presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Blog Magazine: Piper Spettacolo Italiano

Torna in alto