Luca Marinelli testo integrale del discorso dopo la vittoria della Coppa Volpi a Venezia 76

Luca Marinelli lancia un messaggio sottinteso alle politiche di accoglienza dell'ex ministro Salvini?

Luca Marinelli è uno dei simboli italiani di questa Venezia 76 con la vittoria della Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile nel film Martin Eden di Pietro Marcello. Un riconoscimento che mancava al cinema italiano dal 2008. Marinelli, dopo i vari ringraziamenti, si è scagliato improvvisamente contro l’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini o almeno questo ha lasciato intendere «Per questo vorrei dedicare questo premio a tutte le persone splendide che sono in mare, a salvare altri esseri umani che fuggono da situazioni inimmaginabili. E grazie anche per evitarci di fare una figura pessima con noi stessi e con il prossimo» ha detto nella parte finale del suo discorso.

«Giuro che non sarò breve. Mi sembra una situazione assurda, prima che vi rendiate conto dell’errore che avete fatto vado avanti con i saluti. Grazie al festival e alla giuria, è un’emozione gigantesca. Vorrei ringraziare Pietro Marcello, il mio regista, per la sua dedizione, la sua onestà, il suo coraggio perché mi ha lasciato gradualmente scoprire la sua anima e ne sono rimasto abbagliato, grazie per avermi dato fiducia e per avermi regalato questa avventura. Poi vorrei ringraziare delle altre anime belle che sono Dario Zonta, Maurizio Braucci e tutto il cast e tutta la troupe, Napoli che si è donata corpo e immagine a questo film. Poi vorrei ringraziare Officine artistiche, Daniele Orazi che è più da 10 anni che mi sopporta. Poi vorrei ringraziare tutte le persone che ho incontrato in questi anni: amici, amiche, fratelli, sorelle, maestri e maestre, che hanno formato il mio essere attore di oggi. Vorrei ringraziare tutta la mia famiglia, tutti i miei amici, per amare in una maniera così sicura. E poi vorrei ringraziare mia moglie e due meravigliosi figli, che sopportano e mi supportano in questo pazzo e meraviglioso mestiere e che accarezzano la mia anima con la loro presenza e i loro sorrisi. Ho questo premio tra le mani anche grazie a Jack London, che ha creato questo personaggio meraviglioso, un marinaio che cercava la verità. Vorrei ringraziare tutti i marinai e le persone che salvano gli uomini in mare. Per questo vorrei dedicare questo premio a tutte le persone splendide che sono in mare, a salvare altri esseri umani che fuggono da situazioni inimmaginabili. E grazie anche per evitarci di fare una figura pessima con noi stessi e con il prossimo. Viva l’umanità, viva l’amore».

Luca Marinelli vincitore a Venezia 76 della Coppa Volpi 2019 per la miglior intepretazione maschile nel film “Martin Eden” regia di Pietro Marcello