Calcio Storico Fiorentino 2019, Alberto Fuschi intervista Evan Oppenheimer regista di “Lost in Florence” film con Brett Dalton, Stana Katic e Alessandra Mastronardi

Intervista a Evan Oppenheimer regista di Lost in Florence

evan-oppenheimer-lost-in-florence-film

Tutti oggi in ogni angolo, in ogni vicolo, in ogni campetto, tirano un calcio a un pallone, ma non tutti sanno dell’esistenza di uno sport millenario considerato il padre del nostro amato calcio.

“Il calcio storico fiorentino, conosciuto anche col nome di calcio in livrea o calcio in costume, è una disciplina sportiva che riecheggia un gioco che in latino era chiamato harpastum. Consiste in una partita a squadre che si effettua con un pallone gonfio d’aria. Da molti è considerato come il padre del gioco del calcio, anche se almeno nei fondamentali ricorda molto più il rugby.

Per riassaporare l’effetto e l’adrenalina di questa curiosa disciplina nata nel lontano 1400, il giovane regista americano Evan Oppenheimer ha scritto e diretto nel 2014 il film “Lost in Florence”, prima chiamato “The Tourist” e poi tradotto in italiano “Un estate a Firenze” uscito nelle nostro sale 3 anni dopo, il 27 gennaio 2017 e presentato in prima assoluta a New York. Nel cast oltre a presenze internazionali come Brett Dalton e Stana Katic sono presenti Alessandro Preziosi, Alessandra Mastronardi e Marco Bonini. 

evan-oppenheimer-lost-in-florence

Alberto Fuschi intervista Evan Oppenheimer

evan-oppenheimer-lost-in-florence-riprese-alberto-fuschi
Lost in Florence, foto dal set di Firenze nel 2014 (foto di Alberto Fuschi)

Ripropongo questa simpatica chiacchierata con Evan Oppenheimer nel periodo in cui il calcio storico fiorentino è tornato in tendenza. L’altro ieri su Italia 1 è andato in onda il documentario “I nuovi gladiatori” che ha interessato mezzo milione di telespettatori. 

evan-oppenheimer-lost-in-florence-

1- Visto la presenza di attori illustri, che impatto ha avuto la città di Firenze durante le riprese?

Naturalmente, tutti gli attori sono stati felici di lavorare a Firenze. So che era la prima volta di Brett Dalton in Italia, e lui non avrebbe potuto essere più eccitato, soprattutto perché credo che uno dei suoi nonni è italiano. Stana Katic è una cittadina del mondo, una persona che ha viaggiato molto, il che spiega il motivo per cui lei ha parlato anche in italiano, che è stato molto utile dato che il suo personaggio era un insegnante di italiano per studenti stranieri. Ricordo anche che Alessandra Mastronardi era molto entusiasta di lavorare a Firenze, se lei è apparsa (ovviamente) in un gran numero di produzioni italiane, questa potrebbe essere stata la sua prima volta di lavoro a Firenze. E ha trovato l’atmosfera della città esaltante.

ENG:Of course, all the actors were delighted to be working in Firenze. I know it was Brett Dalton’s first time in Italy, and he couldn’t have been more excited, especially because I believe one of his grandparents is Italian. Stana Katic is a citizen of the world, a very well-traveled person — which explains why she also spoke Italian, which was very helpful since her character was a teacher of Italian to foreign students. I also remember that Alessandra Mastronardi was very excited to be working in Firenze — though she’s appeared (of course) in a great many Italian productions, this may have been her first time working in Firenze. And she found the atmosphere of the city to be exhilarating.

2- Come si sono trovate le due star Bratt Dalton e Stana Katic in Italia?

Ops, immagino che ho risposto già a questa domanda. Quindi, mi permetta di tornare indietro e dare una risposta più specifica alla prima domanda. Siamo stati molto fortunati ad essere in grado di girare in tanti luoghi diversi a Firenze – non solo quelli famosi, come il Ponte Vecchio, Piazza della Signoria, Piazza del Duomo, ma anche luoghi che i turisti non immaginano di vedere, come il Tamburello, Campo di allenamento in cui abbiamo girato le scene di pratica per la Squadra Bianca. Abbiamo anche girato una scena sotto il Ponte Vecchio, che a mio avviso non è mai stato fatto prima. Infatti, per iscritto quella scena ha avuto i personaggi che corrono giù per una scala che mi sono ricordato di essere vicino al Ponte Vecchio. Ma quando ci siamo preparati a girare, ho visto che non vi era tale scala! Così ho provato un trucco: ho trovato un cavalcavia dove Eric e Stefania potevano correre sotto, e anche se in realtà non era un muro di fronte a loro, appena fuori dalla vista della telecamera, sembra credibile quando riappaiono sotto il ponte.
 
ENG: Oops, I guess I answered that question already. So let me go back and give a more specific answer to the first question. We were so lucky to be able to shoot in so many different locations in Firenze — not just the famous ones, like the Ponte Vecchio, the Piazza della Signoria, the Piazza del Duomo, but also places that tourists would never see, like the Tamburello training grounds where we shot the practice scenes for the Squadra Biancha. We also shot a scene UNDER the Ponte Vecchio, which I think has never been done before. In fact, in writing that scene I had the characters run down a staircase that I remembered to be near the Ponte Vecchio. But when we prepared to shoot, I saw that there was no such staircase! So I came up with a cheat: I found an overpass that Eric and Stefania could run under, and —although in reality there was a wall right in front of them, just out of sight of the camera — it seems believable when they reappear under the bridge.
 
 
3- Come è nata la selezione dei nostri attori italiani? Il regista Evan Oppenheimer conosceva già precedentemente Alessandro Preziosi, Alessandra Mastronardi e Marco Bonini?
Abbiamo avuto una meravigliosa direttrice del casting italiano, Patrizia Amico. E ‘stata responsabile per la ricerca di molti dei nostri attori italiani, come Marco Bonini. Alessandra Mastronardi è un amica del nostro produttore italiano, Alessandro Penazzi. Alessandro mi ha detto, quando abbiamo iniziato i casting, che aveva un’ottima candidata per Stefania e quando ho visto il lavoro di Alessandra, sapevo che era perfetta per il ruolo. Ho avuto un paio di momenti di tensione, abbiamo cercato di fare in modo che il suo programma avrebbe funzionato per quel film. Non ho avuto un back-up per lei, lei era l’unica attrice che ho voluto per la parte. Per fortuna, ha funzionato. Mi sono sentito allo stesso modo su Alessandro Preziosi. Egli è venuto nell’ufficio di Patrizia a Roma e ha fatto un provino. Dopo aver visto che, sapevo che era di gran lunga la scelta migliore per il ruolo. Così mi ha fatto molto piacere che siamo stati anche in grado di lanciare lui.

ENG:We had a wonderful Italian casting director, Patrizia Amico. She was responsible for finding us many of our Italian actors, like Marco Bonini. Alessandra Mastronardi is a friend of our Italian producer, Alessandro Penazzi. Alessandro told me, when we started the casting process, that he had a great candidate for Stefania — and when I saw Alessandra’s work, I knew she was perfect for the role. I had a few moments of stress, as we tried to make sure that her schedule would work for the movie; I didn’t have a back-up for her, she was the only actress that I wanted for the part. Thankfully, it worked out. I felt the same way about Alessandro Preziosi. He came into Patrizia’s office in Roma and did an audition. After seeing that, I knew that he was by far the best choice for the role. So I was delighted that we were also able to cast him.

Intervista realizzata da Alberto Fuschi nel 2017

evan-oppenheimer-lost-in-florence-brett-dalton

Lost in Florence è il sesto film scritto e diretto da Evan Oppenheimer. Tra gli altri suoi film A Little Game, The Speed of Thought, Alchemy, Justice, and The Auteur Theory.
I film precedenti di Evan sono stati tutti rilasciati in tutto il mondo, e hanno vinto numerosi premi. Sono stati del New York Times Highlights, Scelte TV Guide film della settimana, e Us Weekly Picks.
Laureato di Yale University e New York University Film School, Evan vive a New York con la moglie e le sue tre figlie.

Lost in Florence
Lost in Florence Poster.jpg
Theatrical release poster
Directed byEvan Oppenheimer
Produced byWendy Blackstone
Michael Mailer
Edward Schmidt
Alessandro Penazzi
Written byEvan Oppenheimer
StarringBrett Dalton
Stana Katic
Alessandra Mastronardi
Marco Bonini
Alessandro Preziosi
Emily Atack
Federico Marignetti
Music byWendy Blackstone
CinematographyGherardo Gossi
Edited byDean Marcial
Production
company
Michael Mailer Films
Black Sand Pictures[1]
Distributed byOrion Pictures
Gunpowder & Sky[2]
Release date
  • January 27, 2017
Running time
95 minutes
CountryItaly
United States
LanguageEnglish
Italian

Alberto Fuschi

Giornalista iscritto presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Blog Magazine: Piper Spettacolo Italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto