Piper Spettacolo Italiano

Ischia Film Festival 2019 vincitori italiani: Vinicio Marchioni miglior attore, Selfie miglior film

Gli italiani premiati all'Ischia Film Festival 2019

ischia-film-festival-2019-vincitori-vinicio-marchioni

L’omaggio a Bernardo Bertolucci, il ricordo di Ugo Gregoretti scomparso due giorni fa. Al Castello Aragonese cala il sipario della diciassettesima edizione dell’Ischia Film Festival 2019 con tutte le premiazioni. 

Visualizza questo post su Instagram

Selfie di giuria con vincitore. Agostino Ferrente con il suo documentario Selfie vince @shorts_filmfestival aggiudicandosi tre premi - miglior film, sceneggiatura e produzione (ieri sera anche colleghi di premio a @ischiafilmfestival ). Evviva #agostinoferrente e tutti i documentaristi. Onorato e felice di aver condiviso questa giuria con @elenacucci 🌹@gianluca.monet 🥃#alessiocremonini ❤️💪🏻e @serraioccosara 🎈(assente per lavoro). Quando vedete queste foto dai festival, pensate sempre al lavoro, a volte come nel caso di Selfie agli anni di lavoro, quotidiano per arrivare a fare un film - scrittura, preparazione, sopralluoghi, set, montaggio, post produzione - e a tutte le persone che lavorano dietro a un film. E se alla fine viene premiato quel lavoro è giusto festeggiare, anche in nome di tutti gli altri film, di tutte le altre persone, di tutti gli altri giorni e giorni di lavoro che rimangono nell’ombra, con l’augurio che possano emergere al più presto. È lavoro signori, persone che si alzano a tutte le ore del giorno o spesso della notte per andare a guadagnarsi il pane da portare a casa per far crescere i figli, come tutti. Dietro alle nostre camicie stirate nelle foto luccicanti nei luoghi bellissimi c’è il lavoro nostro e di tantissima gente, che muove e genera economia per il nostro paese, come qualsiasi altra professione, mestiere, lavoro. Qualcuno di abusivo c’è anche in mezzo a noi, che forse ha avuto più fortuna che talento -o altri talenti - e che rovina la piazza a tutti ma, fidatevi, tantissimo cinema è fatto da persone bellissime che se la sono sudata di brutto e che continuano a guadagnarsela ogni giorno la pagnotta. Dietro a ogni foto luccicante ci sono almeno cento persone, cento famiglie, che hanno lavorato assieme a noi per arrivare a fare quella foto, e almeno cento attori/attrici e registi che potrebbero essere al posto nostro che hanno avuto meno fortuna di noi, e almeno cento persone tra uffici stampa, organizzazione dei festival, chi lavora nei festival e indotti vari. Quando c’è da festeggiare e siamo in ghingheri lo vedono tutti sui social ed è giusto così, ma senza tutto quello che c’è dietro ogni foto è inutile. Selfie!!

Un post condiviso da Vinicio Marchioni (@vinicio_marchioni) in data:

Tra i vincitori il cinema italiano ha rivestito un ruolo importante. Il premio di miglior attore per il film Cronofobia va a Vinicio Marchioni «Sono contentissimo di questo riconoscimento, anche al Festival Europeo di Lecce sono stato premiato come miglior attore. Spero che Cronofobia possa uscire in Italia, in Europa sta collezionando numerosi premi e in Germania sta andando molto bene. Grazie a tutti» ha detto Vinicio Marchioni in un video di ringraziamento su Instagram. 

Tra gli altri premiati italiani, spunta come miglior film nel concorso Location Negata “Selfie” di Agostino Ferrente. Nel concorso Scenari Campaniil miglior film è “Un giorno all’improvviso” di Ciro D’Emilio, Menzione speciale Così in terra di Pier Lorenzo Pisano O p’nennon di Mauro De Rosa. Premio del pubblico nella sezione Best Of a L’uomo che comprò la luna di Paolo Zucca. Per i lungometraggi il premio di Miglior Scenografia va al film “Il bene mio” di Pippo Mezzapesa. Vince l’Ischia Film Festival 2019 Club de jazz di Esteban Insausti (Cuba).

Alberto Fuschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *